Biografia

Aristotele, filosofo è uno dei padri del pensiero occidentale insieme a Socrate e a Platone suo maestro. E’ nato a Stagira nel 374 a.C. il padre si chiamava Nicomaco.

La Metafisica di Aristotele

A differenza di Platone, per Aristotele l’essere è più unitario e articolato. Per il filosofo l’essere è sostanza e la sostanza è insieme di Forma (Atto) e di Materia (Potenza) unite (Synolon). Mentre Platone collocava l’essere con la sua essenza (la forma) nell’iperuranio allo stesso tempo ammetteva che discendendo verso il mondo empirico in una visione  piramidale, l’essere andava via via svanendo per poi scomparire del tutto nella realtà empirica, per Aristotele l’essere e invece immanente alla realtà empirica.

La sostanza è anche la principale categoria dell’essere, dalla quale dipendono altre 9 categorie o predicati. La Quantità (un metro e 80 centimetri), la Qualità (cattolico), la Relazione (figlio di Giacomo), il Luogo (al bar), Tempo (anno di nascita), Situazione (stare in piedi), Avere (indossare una sciarpa), Agire (asciugare), Subire (essere asciugati).

SOSTANZA: Forma + Materia UNITE,  Atto + Potenza SYNOLON – A determinare il SYNOLON è il principio del movimento. Causa prima ed efficiente. Ma suscettibili del movimento sono solo 3 categorie dell’essere. La quantità, la qualità e il luogo.

QUANTITA‘: (SUSCETTIBILE AL MOVIMENTO.) Cresce o diminuisce! QUALITA’: (SUSCETTIBILE AL MOVIMENTO.) Si altera! RELAZIONE – LUOGO: (SUSCETTIBILE AL MOVIMENTO.) La traslazione! – TEMPO – SITUAZIONE – AVERE – AGIRE – SUBIRE/PATIRE

La Scienza delle cause prime

Nel suo lavoro Aristotele considera l’origine e la fine di tutto e l’esistenza di un motore immobile che muove l’intero cosmo attirando tutto a se (il pensiero pensante pensiero) e spiega il “divenire” della sostanza come conseguenza di una generazione dovuta alla Potenza e all’ Atto della sostanza quindi alla forma che si unisce alla materia e che muta di continuo per via delle caratteristiche dell’essere e in particolare per via della qualità, della quantità e del luogo.

Questa unione, questo Synolon  è determinata/o dal principio del movimento che è considerato la causa efficiente.

Le cause prime sono 4. La causa formale – La causa materiale – La causa efficiente – La causa finale

L’Essenza è la causa formale. La materia e il sostrato sono la causa materiale, il movimento è la causa efficiente e lo scopo e il bene sono la causa finale per Aristotele. Forma, Materia, Movimento e lo Scopo sono Essere e il motivo del Divenire.

Ricapitolando:

La Forma è Essenza della Sostanza ed è Atto della Sostanza mentre la Materia è Potenza della Sostanza. La Sostanza è Essere e l’essere è immanente alla realtà sensibile, empirica, naturale! Sia la Materia che la Forma sono anche cause prime, la causa efficiente che è una causa prima ovvero quella del moto/movimento determina il synolon (la connessione tra Forma e Materia, tra Atto e Potenza), mentre la causa finale (lo scopo) è ciò a cui mira. Tutta la natura per Aristotele tende ad un fine, il bene. Attirata dal motore immobile che nella sua immobilità attira tutto a se.

Pubblicazioni

  • Organon
  • Metafisica
  • Fisica
  • Parva naturalia
  • Etica
  • Politic
  • Retorica
  • Poetica