GERUSALEMME: BIOGRAFIA S.E. PIERBATTISTA PIZZABALLA

SHORT BIO: S.E. Mons. Pierbattista Pizzaballa è consacrato Vescovo a Bergamo dal Cardinale Leonardo Sandri, dal Patriarca Emerito di Gerusalemme dei Latini Fouad Twal e dal Vescovo di Bergamo Francesco Beschi e prima ancora, ordinato Sacerdote dal Cardinale Giacomo Biffi. Dal 2004 al 2016 è stato Custode di Terra Santa, 12 anni consecutivi; fatto che non era mai accaduto a nessuno dei suoi predecessori.

E’ Pro-Gran Priore dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme: Ordo Equestris Sancti Sepulcri Hierosolymitani (OESSH).

L’Ordine è la sola organizzazione di istituzione laicale della Santa Sede e ha l’incarico di sopperire alle necessità del Patriarcato Latino di Gerusalemme.

L’Ordine dei Cavalieri e delle Dame del Santo Sepolcro è parte integrante del ROACO per l’Aiuto alle Chiese Orientali e della Congregazione delle Chiese Orientali, la sua solidarietà è estesa a tutte le comunità cattoliche della Terra Santa quali la Chiesa Cattolica greco-melchita, di rito bizantino, e la Chiesa maronita.

Tra i progetti in corso a cura dell’Ordine e del Patriarcato Latino c’è il il Complesso Conventuale a Jaffa di Nazareth – Israele.

Patriarches et Chefs des Eglises à Jérusalem

+Patriarche Theophilos III, Patriarcat grecque-orthodoxe

+Patriarche Nourhan Manougian, Patriarcat Apostolique arménien orthodoxe

+Mgr Pierbattista Pizzaballa, Administrateur Apostolique, Patriarcat Latin

+Fr Francesco Patton, ofm, Custode de Terre Sainte

+Archevêque Anba Antonious, Patriarcat copte orthodoxe, Jérusalem

+Archevêque Gabriel Daho, Patriarcat syrien orthodoxe

+Archevêque Aba Embakob, Patriarcat éthiopien orthodoxe

+Archevêque Yaser Ayyash, Patriarcat grecque-melkite-Catholique

+Archevêque Mosa El-Hage,  Exarcat patriarcal maronite

+Archevêque Suheil Dawani, Eglise épiscopale de Jérusalem et du Moyen-Orient

+Evêque Ibrahim Sani Azar, Eglise évangélique luthérienne de Jordanie et de Terre Sainte

+Evêque Pierre Malki, Exarcat patriarcal syrien catholique

+Révérend. Krikor-Okosdinos Coussa, Exarcat patriarcal arménien catholique

Fabrizio Scardovi, Via Capo Santa Croce N° 8, Luras – PROFESSIONAL STATUS


until 22 sept 2020

MICRO LABS: DA NICEA A CALCEDONIA

Elementi Storico-Teologici

Micro-Lab – Online Course

Il primo Concilio di Nicea 

325 d.C.

YOUTUBE CHANNEL

Micro-Lab – Online Course

Il primo Concilio di Costantinopoli 

381 d.C.

YOUTUBE CHANNEL

Micro-Lab – Online Course

Il Concilio di Efeso

431 d.C.

YOUTUBE CHANNEL

Micro-Lab – Online Course

Il Concilio di Calcedonia 

451 d.C.

YOUTUBE CHANNEL

Elementi Ecclesiologici

Micro-Lab – Online Course

XXXXX XXXX

XXX d.C.

YOUTUBE CHANNEL

Micro-Lab – Online Course

XXX XXX XXXX

XXX d.C.

YOUTUBE CHANNEL

Micro-Lab – Online Course

XXX XXX XXXX

XXX d.C.

YOUTUBE CHANNEL

Micro-Lab – Online Course

Il Concilio di Calcedonia

XXX d.C.

YOUTUBE CHANNEL

AUTORE: VISITA IL SITO RIVOLTO AI COPYTASTERS

L’area dedicata alla scriptorium su Zabulon.it è collegata direttamente al sito Copytaster.it all’interno del quale si trova la possibilità di scaricare alcune pubblicazioni rivolte principalmente ma non solo ad editori e self-publisher, concentrati sulla produzione di News Stories e materiale accademico e scolastico, non vengono tralasciati gli aspetti dedicati alla produzione di altre tipologie di testo inclusa la rilegatura manuale artistica.

MOBILITA RIDOTTA: MOBYLINES DREA

DA OLBIA A GENOVA ANDATA E RITORNO

MN Moby Drea 30-03-2011 Genova

La serie di suggerimenti pratici che segue potrebbe essere utile a chi vive la mobilità ridotta, infortunato, o ai suoi conoscenti, in entrata o in uscita dall’Isola.

Viaggiare sicuri e senza troppi problemi, per chi ha difficoltà motorie e intende utilizzare il traghetto Mobylines-DREA da Olbia a Genova e ritorno, è molto importante.

La mobilità ridotta avvolte è solo temporanea  o si presenta in varie circostanze.

Un piccolo incidente, una gravidanza oppure qualcosa di più. Qualunque sia il motivo, chi dovesse utilizzare il traghetto e arrivasse con la propria macchina decidendo di lasciare la vettura parcheggiata nei pressi del porto, puo’ chiedere al personale di banchina l’autorizzazione per portare il bagaglio fino alla poppa.

E’ consigliabile allertare il personale di bordo o dagli uffici, quando possibile, qualche giorno prima della partenza. In base alle normative vigenti, la compagnia deve dare assistenza sul traghetto ma se gli uomini e le donne  in servizio con Mobylines  non sono troppo occupati con le code e con la biglietteria è possibile usufruire di nuovi vantaggi.

Sono infatti disponibili ad andare ben oltre le loro mansioni, ma è necessario avvisare con largo anticipo per usufruire del supporto extra, del buonsenso individuale e soprattutto dell’assenza di stress da imprevisto.

Sulla tratta che collega Olbia con Genova e Genova con Olbia, attualmente è operativa la nave DREA Mobylines .

Anche questa come la nave AKI è dotata di cabine,  ascensori e bagni accessibili. Per quanto riguarda il porto ligure è da notare che è servito con dei taxi muniti di pedane avanzate, il cosiddetto taxi blu.

Queste vetture possono portare passeggeri anche con carrozzina elettrica. Dal centro prenotazioni taxi genovesi, informano che le tariffe sono più alte di quelle stabilite per le corse normali e che è meglio riservare la macchina chiamando con 2 giorni di anticipo allo 010 5966.

Tutti i passeggeri in imbarco sulle navi della Mobylines sono tenuti a comunicare i dati relativi alle proprie necessità in fase di prenotazione anche al numero unico. Il numero della biglietteria olbiese, lo 0789 204013, presente all’Isola Bianca, può comunque rivelarsi utile ma è da contattare preferibilmente la mattina, in alternativa è possibile chiamare anche lo 0789 23572.

Per organizzare un piano di marcia regolare, ad Olbia e per utilizzare i mezzi preposti dall’Aspo e dai Servizi Sociali e’ possibile informarsi chiamando il numero 0789 553852.

Fabrizio Scardovi
Photo Credit

Tags:GenovaMobilità RidottaMobylinesOlbia

Fabrizio Scardovi
Religion Journalism with a Yachting & Sea Transport touch!

DIOCESI DI RIETI: CAFFE’ TEOLOGICO

TEOLOGI IN MONASTERO

Fara in Sabina, Castello, Rieti – Il 22 Aprile nel monastero delle Clarisse Eremite Santa Maria della Provvidenza dalle ore 10 alle ore 17 si terrà un incontro dal titolo “Caffè Teologico” Il Silenzio come dimora della Sapienza. Il costo per partecipare al pranzo è di 10 euro. Per maggiori informazioni contattare il Monastero delle Clarisse Eremite Santa Maria della Provvidenza in Via Santa Maria in Castello, 4 02032 Fara in Sabina – RI Tel. 0765-277021 – Fax 0765- 541016. L’evento seguirà il seguente programma: Ore 10.00 arrivo e accoglienza, 10.30 prima conferenza, 11.30 dibattito, 12.00 celebrazione eucaristica, 13.00 pranzo, 14.00 seconda conferenza, 15.00 dibattito, 15.30 visita monastero e museo del silenzio

 

ISCRIZIONE NEWSLETTER ZABULON



MONASTERO DI SORRES, CORSI ESTIVI

Monastero: Il 27, 28, 29 aprile 2018 si terrà un corso propedeutico rivolto ai principianti di scrittura medievale. Non sono necessari requisiti specifici o esperienze di calligrafia. Tutti i materiali sono forniti e resi disponibili in aula direttamente al momento dell’iscrizione. La classe è formata da max 10 persone. Per maggiori informazioni contattare la Dr.ssa Fiorella Garofalo fiorescriptorium@outlook.it

Dal 26 al 30 giugno,  si terrà il corso residenziale di iconografia cristiana. Il Maestro iconografo Michele Antonio Ziccheddu (Teologo), fornirà una introduzione all’Iconografia cristiana. Nella locandina si legge che “In un clima di silenzio e preghiera, si scriverà un icona, alternando le lezioni alla Liturgia, per vivere questa esperienza in vero spirito monastico. Alla fine del corso il maestro iconografo terrà una breve meditazione attraverso la lectio di un icona, per aiutare gli allievi ad entrare più profondamente nella dimensione spirituale.” Corso a numero chiuso. Per iscriversi laboratorioeikon@gmail.com

Il 31 Agosto e il 1 Settembre, si terrà invece il corso di gessatura e doratura delle tavole. Si tratta di un corso teorico e pratico per gli studenti che hanno frequentato il corso residenziale di Iconografia. Per iscrizioni e maggiori informazioni contattare direttamente laboratorioeikon@gmail.com